UNDER 16 – GARA 3 QUARTI PLAYOFF: AURORA AVANTI!

AURORA BASKET CHIAVARI – MYBASKET GENOVA 68 – 61 (16-11; 30-24; 44-39)

AURORA Sanguineti J., Solari Andrea 23, Dellepiane n.e., Sanguineti M. 3, Tsakarissianos 7, Bafico n.e., Costa 7, Grillo 15, Ricci n.e., Solari D. n.e., Deli, Solari Aless. 13. – All. Benvenuto.

MYBASKET Boldrini 3, Guidi 16, Ricci 20, Aleo 3, Delucchi 8, Scrocco, Lirio 2, Frisone 7, Mera Mera, Khelifi 2, Pagano, Traxino. – All. Innocenti.

L’under 16 completa la rimonta ai danni del Mybasket conquistando l’accesso alle semifinali. Garatre è la copia carbone della sfida della Crocera: l’Aurora si costruisce un piccolo gruzzolo di punti di vantaggio, prova a estenderlo ma i genovesi si fanno sempre sotto e tengono deste le antenne gialloblù fino alla fine. Una tripla allo scadere dei 24″ da parte di Andrea Solari è il segnale che questa squadra può farcela, nonostante qualche errore di troppo dalla linea della carità (chiuderà con un poco tranquillizzante 11/24). Se Andreino mette il sigillo sulla vittoria – utilissimo il suo 4/4 dalla lunetta nel finale – Grillo e Alessandro Solari fanno legna sotto i tabelloni con rimbalzi e punti, spostando l’ago della bilancia a favore dei chiavaresi.

L’accesso alle semifinali rappresenta per questo gruppo lo sciogliersi di un incantesimo. Infatti, i ragazzi di Diego Ravera (ancora squalificato, al suo posto coach Benvenuto) superano per la prima volta un turno di playoff nella loro breve esperienza e legittima è stata la gioia di loro dopo la sirena finale. Soprattutto in virtù della forza di volontà e della saldezza derivata dalla coesione che ha permesso di ovviare ad una garauno psichedelica, comprendente alcune visioni allucinogene già descritte.

Da rimarcare che gli ottanta minuti delle due sfide dopo lo smacco del PalaCarrino hanno sempre visto l’Aurora al comando delle operazioni, pur non riuscendo mai a ammazzare la partita, caratteristica che gli under gialloblù rifuggono come chissà quale diavoleria.

Il futuro prossimo adesso si chiama Tigullio Santa Margherita, squadrone capace di rifilare pesanti fardelli a ognuno, ancora imbattuto e probabilmente vincitore designato del torneo. Ma l’Aurora nel suo piccolo ha raggiunto l’obiettivo principe del campionato – quello di essere tra le quattro elette – e giocherà a cuor leggero. Garauno a Santa Margherita martedì 14 (ore 19.30), poi seconda sfida a Chiavari (lunedì 20 ore 18.45) con eventuale garatre a Santa Margherita in calendario mercoledì 22.