UNDER 16 – GARA 1 QUARTI PLAY OFF: SCIVOLONE CASALINGO

AURORA BASKET CHIAVARI – MY BASKET GENOVA 59 – 66 (16-15; 30-26; 41-46)

AURORA: Sanguineti J. 3, Solari Andre 6, Dellepiane, Sanguineti M. 2, Tsakarissianos 22, Bafico, Costa 7, Grillo 8, Ricci, Spinetto 2, Deli, Solari Ale 9, – All. Ravera

MY BASKET: Boldrini, Guidi 18, Ricci 8, Aleo 19, Delucchi, Quilana 3, Lirio, Frisone 9, Mera, Boutadara, Khelifi 9, Pagano, – All. Innocenti

Il MyBasket sbanca il PalaCarrino in garauno e mette l’under 16 dell’Aurora con le spalle al muro: obbligatorio vincere a Genova lunedì per non terminare la stagione con la solita (sfortunata?) eliminazione al primo turno dei playoff.

Il team di coach Ravera dà l’impressione di poter tenere il servizio (ovvero far rispettare il vantaggio del campo) ma si scioglie sul più bello, angustiato da problemi di falli e – occorre dirlo – da un arbitraggio eccessivamente vessatorio, che costa l’allontamento di allenatore e coach. Noi non scendiamo in dettagli perchè è logico concedere ai fischietti attenuanti di tutti i tipi, ma appare evidente la disparità di trattamento riservata alle due squadre, in particolare alle panchine: a quella chiavarese non è stato perdonato il singolo sospiro, altrettanto non si può dire a quella del MyBasket. Possiamo dirlo? Arbitraggio che tutte le squadre ospiti si augurerebbero. E ci fermiamo qui.

Ovviamente il risultato è sganciato da queste baggatelle zufolatorie, in primis l’Aurora ha pagato la desuetudine a giocare questo tipo di partite dentro-o-fuori, con i ragazzi che spesso optavano per soluzioni individuali. Pur non annoverando punte di diamante, il MyBasket ha opposto un impianto di squadra solido e quadrato, con il quale ha potuto attraversare indenne alcuni momenti di sbandamento. Garadue (lunedì 6 maggio alla Crocera di Sampierdarena) è il “redde rationem” stagionale per questo gruppo e occorrerà una forza d’animo che fino ad adesso non è farina del sacco dell’under 16. Ma non è mai troppo tardi. Continuiamo a sperare.