SERIE C SILVER: DOPPIA SCONFITTA

ARDITA BASKET – AURORA BASKET CHIAVARI 70 – 58 (18-16; 35-29; 48-36)

ARDITA: Lotti, Carena, Rovati 11, Mozzi 16, Visca 6, Dallorso 8, Mancini, Pietronave 24, Patti, Cevasco, Ferrari 5, Demarte, – All. Chiesa

AURORA: Andreani, Stefani 8, Messina, Putti 27, Cerisola 3, Varrone, Barnini 6, Elia 3, Muzzi 5, Ravera 6, – All. Marenco

Cestisticamente parlando, una disfatta completa. L’Aurora si complica terribilmente la vita nello scontro diretto in via Allende non riuscendo a salvaguardare neppure la differenza canestri contro l’Ardita. E adesso si odono sempre più vicini i sinistri rintocchi della retrocessione, per scampare la quale occorrerà un mezzo miracolo, stante pure le indisponibilità di alcuni giocatori. A cominciare dallo squalificato Jacopo Barnini, espulso nel match in questione e appiedato per tre giornate dal Giudice Sportivo.

La squadra di Giuliano Marenco non fornisce troppi alibi alla sua partita, andando progressivamente alla deriva contro lo strapotere fisico dei genovesi, in risalita dopo una prima parte di torneo decisamente sottotono e con la casella delle vittorie intonsa. Visca e Mozzi fanno il bello e cattivo tempo vicino a canestro, ma è Pietronave il killer con i suoi 24 punti che affossano i gialloblù, che si spengono nel terzo quarto, vanno sotto anche di un ventello prima di trovare la forza della disperazione per rimettersi parzialmente in carreggiata. Ma è troppo tardi e la preghiera da tre punti di uno stoicissimo Francesco Putti – che da solo regge il peso dell’anemico attacco – non trova accoglienza e il futuro è assai nebuloso.

E passerà attraverso lo scontro diretto – l’ultimo appello verrebbe da dire – tra due settimane al PalaCarrino contro i compagni di sventura dell’Ospedaletti.