UNDER 16: MENO DICIANNOVE? BRRR… CHE FREDDO

I primi scricchiolii si erano uditi già nella sofferta escursione di Sestri Levante. Venerdì se ne è avuta la rigorosa conferma: l’under 16 non è al momento competitiva a livello di prime posizioni. Al momento la squadra patisce una sorta di involuzione ed è stato sufficente una Tigullio determinata e aggressiva – come ogni formazione che ambisce a recitare uno spartito preordinato deve essere – e i “canarini” chiavaresi sono andati nel balordone più completo. A nulla sono valse le rotazioni di coach Podestà, l’encefalogramma dell’Aurora è rimasto piatto con lo svantaggio che ha assunto via via dimensioni abnormi fin sulla soglia del trentello.

Una serataccia allucinante che speriamo venga ben presto riscattata e che pone i nostri nella scomoda posizione di dover vincere tutte le gare rimanenti da qui alla fine del girone se si vuole partecipare alla post-season. L’obiettivo è sempre a portata, a patto di non ripetere certe contro-prestazioni che hanno fatto strabuzzare le orbite oculari a chi ha avuto la (s)ventura di assistervi.

 

AURORA BASKET CHIAVARI  –  TIGULLIO SPORT  50  –  69  (8-19; 26-37; 33-53)

AURORA:  Tasso, Pecoraro 8, Crovo 13, Lo Bue, Nicolini 2, Raggio 8, Enoyoze 12, Orlandi, Pibiri, Zavala 3, Solari 4, Ravera,  –  All. Podestà

TIGULLIO:  Priolo, Di Somma 8, Catassi 8, Dalla Giacoma 4, Giannilupo, Carlini, Cocurullo 3, Falcone 5, Rarau 17, Cinquegrana 16, Pescatori 8,  –  All. Re