C2 SILVER: VERSO LA CONCLUSIONE

Basket rarefatto in una atmosfera rarefatta al PalaCarrino. Di fronte due compagini a darsi battaglia (…) per il gironcino playout, Aurora e Ovada, con i chiavaresi già al sicuro e impegnati nel loro personalissimo contrappasso cestistico, un anno dopo aver vinto il campionato. Lo scarso pubblico presente probabilmente avrebbe meritato ben altro premio alla caparbietà nel sostenere i propri beniamini, dato che anche in questo tardo pomeriggio di quasi estate – a giudicare dalle temperature  e dai finestroni già ebbri di solatio – si sono viste omeopatiche dosi di pallacanestro.

In siffatto contesto, l’Aurora coglie un successo mai in discussione contro l’under 20 dell’Ovada, troppo tenera per i marpioni chiavaresi. Il solo momento frizzante è stato l’ingresso in campo dell’acclamato Gianluca Stefani (classe 2000) che si è subito dimostrato a proprio agio in un match prettamente di fine stagione. Migliore in campo, con la ormai abituale dedizione, Lorenzo Costacurta, che ha officiato una quasi doppia doppia con 15 punti e 8 rimbalzi in poco più di 22 minuti di permanenza sul parquet. Bene anche Edoardo Ferri, a segno con alcune soluzioni personali che hanno sollevato gli applausi tra le volte del PalaCarrino.

 

AURORA BASKET CHIAVARI – RED BK OVADA   67 – 48   (21-10; 30-25; 57-38)

AURORA   Toschi 10, Ferri 14, Garibotto 9, Terribile 5, Bottino;  Stefani, Muzzi 5, Podestà 2, Frulli 7, Costacurta 15,  –  All. Marenco.

OVADA  Ferrando 16, Cruder 5, Paro 4, Canepa 18. Grossi 3;  Andov, Cardano, Ferrari, Gervino, Torrielli 2,  – All. Brignoli.