UNDER 18: FISCHIA IL VENTO (CONTRARIO…)

Pur giocando una delle sue migliori partite di questa travagliata stagione, l’under 18 di coach Gonfiantini torna sconfitta dal PalaPapini di La Spezia. Ma è una sconfitta agrodolce, in parte causata dalle assenze che costringono l’allenatore a rotazioni limitatissime, in parte dalle decisioni arbitrali – diciamo così – poco chiare (oppure chiarissime, fate voi, dato che erano indirizzate in un solo senso).

“Lo so, è antipatico tirare in ballo i fischietti quando si perdono partite di stretta misura. Premetto che sono sempre stato restìo a parlarne” il commento del coach “ma non so quanto bene facciano al basket e ai ragazzi queste esibizioni. Non ci resta che prenderne atto e girare pagina, come diceva quel tale: raglio d’asino non sale in cielo”.

Dato a Cesare quel che è di Cesare, la gara è stata avvincente e l’Aurora stavolta ha lottato fino in fondo, ma vuoi per la prestazione di Tringale (25+20 rimbalzi), vuoi per gli effettivi a disposizione, ha parecchio sofferto sotto i tabelloni (43-28 il computo dei rimbalzi a favore del Diego Bologna). Ciononostante, fino alla sirena conclusiva il risultato è stato in bilico. Adesso si tratta di riportare questa ritrovata intensità nel terzo derby stagionale col Villaggio (domenica 28 in antipasto alla C silver).

 

DIEGO BOLOGNA BASKET SPEZIA  –  AURORA BASKET CHIAVARI  66  –  63  (14-19; 35-30; 49-46)

DIEGO BOLOGNA:  Aprile 2, Tringale 25, Jancic 13, Bonazzi 7, Peracchini, Cirillo 12, Stakic, De Nobili 7, Lauriola, Becchetti, Leporati,   –  All. De Martino

AURORA:  Stefani 6, Amisano 18, Cervini 12, Crovo 14, Zignaigo 2, Ravera, Segale 7, Andreani 4,  –  All. Gonfiantini