UNDER 14: RESPINTO IL CANALETTO

Grazie ad un Alessio Arbini che fa pentole e coperchi (32 con 14 rimbalzi) per tutti i quaranta minuti, l’Aurora tiene a bada il pericoloso Canaletto, che era scattato prontamente fin dalla palla a due. Gli spezzini si producevano in un primo quarto con buone percentuali, ma i gialloblù di coach Podestà, nonostante la precoce uscita dal campo dello sfortunato Gabriele Orlandi (dito mignolo della mano destra fratturato, auguroni…) bevevano dall’idrante dell’aletta gialloblù, che li metteva in corsia di sorpasso con 10 punti nel primo quarto.

Già costretti a fare a meno dell’ apporto di Lorenzino Crovo (in panchina ma inutilizzabile) e Guglielmo D’Auria per problemi fisici, i ragazzi chiavaresi pativano oltremodo la vivacità di Baldi e Strata, che ridavano fiato alle speranze ospiti di uscire con un risultato positivo dal PalaCarrino. A metà gara l’Aurora ci arrivava sul -4, poi un giro di vite difensiva e una migliore circolazione di palla aiutavano i gialloblù nell’operazione-recupero e risorpasso. Qualche iniziativa di Raggio e Nicolini e il preziosissimo apporto sui due lati del campo di Amantini corroboravano la bella prestazione del top scorer Arbini, ma tutta la squadra – va detto – ha voluto con determinazione questo successo. La sirena finale vedeva i ragazzi gialloblù uscire vincitori da una gara tutto sommato divertente , con parecchi ribaltamenti e discretamente giocata. Prossimo appuntamento venerdì a Sestri Levante (ore 18).

 

AURORA BASKET CHIAVARI  –  P.G.S. CANALETTO LA SPEZIA  67  –  62  (20-19; 35-39; 52-49)

AURORA:  Amantini 8, Crovo n.e., Arbini 32, Nicolini 6, Orlandi 6, Enoyoze 2, Lo Bue, Pibiri, Zavala 3, Raggio 8, Tasso 2, – All. Podestà.

CANALETTO:  Baldi 23, Randisi 4, Marianelli, Maggi, Ardito 12, Lorenzetti, Strata 17, Leboffe 6, Gili, Piscopo, Ghironi, Menichelli, – All. Lanza