ommenti su “ESORDIENTI: SUL FILO DI LANA !

  1. oscar ha detto:

    E’ una squadra in cui ci sono alcuni ragazzi che fanno intravedere la possibilità di giocare a basket in futuro e propone un progetto tecnico.
    Il suo allenatore Roberto Picasso non è certamente persona che ama farsi pubblicità, ma a livello locale è uno dei migliori per questa fascia di età.
    Vecchi malati di basket come me ormai da rottamare ricordano un libretto scritto da Arnaldo Taurisano intitolato ” Il minibasket” e Picasso è uno dei pochi che ne applica i dettami..
    Ci sono due metodi .
    Il primo è cercare qualche piccolo “fenomeno” e dire ai compagni di dare la palla sempre a lui, perchè giochi uno contro cinque, come solo a dodici/tredici anni si può fare . Così si vincono tante partire e l’allenatore può affermare di essere il numero uno.
    il secondo è, come insegna Picasso, impostare i fondamentali di squadra, per giocare in cinque, come poi servirà da grandi.
    Questo vuole dire perdere qualche partita in più o vincere con scarti risicati e sicuramente accadrà anche a questa formazione, ma almeno si lavora per qualcosa e non per qualcuno.

  2. Drazen ha detto:

    Un commento che mi sento di condividere in pieno. Aggiungo solo che nell’ambito giovanile il signor Picasso è un istruttore di quelli con la I maiuscola, come purtroppo ne vedo sempre meno in giro (spero di sbagliarmi…). Tutto parte dalla base, e sembra che ce ne stiamo dimenticando. Un saluto.

Comments are closed.