UNDER 15: SI SPEGNE LA LUCE, E’ DEFAULT-AURORA

Con un ritardo clamoroso – che non è dovuto alla delusione per il mancato raggiungimento del traguardo anelato dai più – ci occupiamo dell’inopinata sconfitta in gara-3 della squadra allenata da Gabriele Podestà. Una conclusione con parecchio amaro in bocca ai gialloblù, è inutile dirlo, ma che comunque premia la formazione dell’Imperia, che ha affrontato il match “senza domani” con lo spirito giusto, previo agonismo e volontà da parte di tutti i suoi protagonisti.

L’Aurora, dopo un avvio stentato, sembrava aver preso le giuste misure agli avversari sul finire del secondo quarto, quando si issava sul 32-27 complice la buona serata di Mattia Zignaigo. Ma le palle vaganti ed i rimbalzi dipingevano scenari foschi nel terzo periodo quando, sfruttando le seconde opportunità concesse dai ragazzi chiavaresi, gli imperiesi ri-sorpassavano e mettevano una cappa di pressione sui gialloblù, i quali andavano in corto-circuito totale, amplificando in attacco gli errori difensivi. Gli ultimi sussulti del generosissimo Juri Serio (due triple per continuare a sperare) non erano sufficienti ad evitare la sconfitta, che scrive la parola fine ad una stagione tutto sommato positiva. Già, perchè al di là delle innumerevoli vittorie “facili” contro formazioni di secondo piano, nei playoff la squadra di coach Podestà ha avuto un ottimo comportamento fino alla finale, lottando su ogni pallone ed evidenziando buoni progressi da parte di tutti gli atleti. Manca probabilmente l’abitudine ad affrontare le formazioni più preparate sotto il punto di vista tecnico e fisico del campionato Elite ed è un argomento sul quale vale la pena riflettere: meglio qualche vittoria in meno e giocatori più “rifiniti” oppure no?

AURORA BASKET CHIAVARI – BASKET IMPERIA   63 – 72

N.B.: Ci scusiamo per la mancata pubblicazione del tabellino, ma non ci è stato possibile recuperarlo. Questa è anche una delle ragioni per le quali l’articolo viene postato con sommo ritardo e l’autore chiede venia.