UNDER 19: IL CASSETTO DEI RIMPIANTI

The road ends here, recita lo slogan delle Final Four Ncaa. La strada finisce qui, a Sanremo, per l’Aurora under 19 che perde garatre di semifinale pur con un atteggiamento meno mansueto del solito in trasferta: almeno, questo spareggio ha provato a giocarlo, seppur per una frazione di tempo. Ma non è bastato, non poteva bastare contro un BVC Sanremo lontano parente della copia sbiadita vista al PalaCarrino in occasione di garadue.

I matuziani sfruttano le idiosincrasie dei chiavaresi scavando in avvio un solco che segnerà tutto il match, affidandosi alla precisione dal campo e a gioco fermo, con buone percentuali che vanificano i flebili tentativi gialloblù di rimettersi sui radar.  A metà gara si contano i superstiti: i primi venti minuti di Gaadoudi tengono in rotta il vascello Aurora, che però vede distante la riva della finale.

Nella ripresa si nota finalmente un pò di quel sano coraggio tanto invocato: Frulli conforta i presenti di fede gialloblù, Crovo attacca il ferro caricando di falli i biancoverdi di casa, mentre Elia – ultimo samurai – butta il cuore oltre la siepe. Tutto vano, però, e nonostante una irreale – visti i chiari di luna – precisione dalla lunetta (oltre l’80%) è “Game Over” anche per questa stagione. Con un unico, grande rammarico: non c’è posto in questa  finale regionale under 19 per una squadra che sulla carta avrebbe potuto guadagnarsela ampiamente. Ma il cassetto dei rimpianti è tuttora affastellato e si fatica a tirarlo fuori. A sfidare il Tigullio andrà il Bvc Sanremo, meritatamente occorre dire.

Poi, come sempre, chi vince esulta e chi perde spiega.

 

BVC SANREMO  –  AURORA BASKET CHIAVARI  73  –  63  (22-11; 42-27; 58-48)

BVC:  Bianco, Mansuino 3, Bormetti 8, Sartore 7, Cravino, Pistola 10, Paciello 14, Russo 17, Turitto 14  –  All. Amato

AURORA:  Boletto S., Amisano, Crovo 9, Pirri 1, Bartolozzi 7, Boletto L., Elia 14, Gaadoudi 18, Longinotti, Frulli 14, Casaleggi,  –  All. Gonfiantini