UNDER 13: MONTAGNE RUSSE

L’Arcola conferma di essere antagonista piuttosto complesso per i chiaroscuri dell’Aurora under 13  in quest’aria marzolina. Più volte respinti sotto la coltre del ventello gli arancioneri di Ricci si risollevano e arrivano a minacciare – pur sempre a debita distanza – un finale che i gialloblù di Enrico Ravera ventilavano in discesa. Le buone propensioni offensive di Lorenzino Crovo assicurano peraltro parecchia sabbia nella clessidra per i chiavaresi, privi del furetto Enoyoze e talvolta a disagio nelle interpretazioni del match.

Il solito preambolo difficoltoso introduce un primo quarto leggermente giù di tono per l’Aurora, che non riesce a effettuare un deciso break. Nel secondo, il capitano entra in auge e  scava un fossato in doppia cifra, che viene ben presto allargato in apertura del terzo tempino, quando si va sul 35-15. Un improvvido calo di tensione causa il 10-0 avverario, richiamando all’opera il suddetto folletto gialloblù. Contro-contro-break di 10-0 che chiude il discorso, anche se nel finale c’è spazio per una mini-rimonta ospite. Tutti i salmi finiscono in gloria (si fa per dire…).

 

AURORA BASKET CHIAVARI  –  ARCOLA BASKET  50  –  41  (12-7; 25-15; 37-20)

AURORA:  Amantini 2, Crovo 19, D’Auria, Costantini 5, Quaggia 2, Spinetto 8, Caprile, Lo Bue, Pibiri 2, Zavala 4, Raggio 6, Tsakarissianos 2,  –  All. Ravera

ARCOLA:  Prenga, Schiavo, Mezzani 12, Ciaramitaro, Leovino, Vlad 6, Masotti 10, Sacchelli 7, Pace 5, Coppola 1, Salvia,  –  All. Ricci