UNDER 19 FEMMINILE: SUICIDIO FINALE CON DEDICA

La miglior Camilla Demartini della stagione non evita una cocente sconfitta all’Aurora, rimontata nell’ultimo quarto dalla Cestistica Savonese e condannata ad una sconfitta non priva di amare recriminazioni. La tuttofare gialloblù sciorina una performance stile “vecchi tempi” il giorno del suo diciottesimo compleanno, calzando gli ipotetici stivali delle sette leghe per rendersi imprendibile ai più. E’ persino delittuoso – e allo stesso tempo immorale per gli sforzi Camilleschi – che le altre gialloblù non coronino una tale prestazione con un  successo.

Purtroppo, una perfida sceneggiatura decide tutto ciò, condannando l’Aurora ad un quarto posto finale, frutto del poco meritorio record di 6 vittorie e 9 sconfitte, alcune francamente evitabili pur nelle loro stravaganti espressioni. Ricordiamo quanto questa formazione abbia dovuto lottare contro una “idiosincrasia trasferticola” che ha colpito forte soprattutto a causa di infortuni reali e/o presunti tarli “da viaggio”. Il velo pietoso che ci eravamo ripromessi di calare su questo argomento ci impedisce una trattazione veritiera e ammette solamente una condizione mentale. La Tristezza.

Tutto il nostro ringraziamento va nella direzione di quelle (poche) che non hanno mai fatto mancare il loro apporto – compresa l’infaticabile accompagnatrice Monica Uccelli -, in qualunque circostanza e in qualunque luogo, permettendo l’unica vera impresa di questa under 19: quella di non aver mai rinuciato a disputare una gara. E questo, credeteci o no, autorizza l’Aurora a concludere la stagione a testa alta. Nonostante tutto.

 

CESTISTICA SAVONESE  –  AURORA BASKET CHIAVARI  60  –  57  (21-18; 31-39; 38-49)

CESTISTICA:  Martini, Scardaci 14, Kaiku 2, Tosi 25, Dagnino, Messana 8, Patrone 1, Kotopulis 10, Conti, Oliveri,  –  All. Ghione

AURORA:  La Cava Si., La Cava Sa., Diana 8, Copello 10, Tesserin 2, De Martini 31, Ostigoni 6, Raggio,  –  All. Migliazzi