UNDER 19 FEMMINILE: POCHE E VALOROSE

Sette abili arruolate, cinque in campo per 40′ filati (era dai tempi della Arrigoni Rieti di Elio Pentassuglia che lo scriba non sentiva di una cosa simile…): l’Aurora under 19 era ridotta ai minimi termini anche nella trasferta genovese contro la capolista NBA Zena. Ormai queste defezioni sono la norma e ci si interroga cosa sarebbe potuta diventare la stagione con gli astri allineati ed un briciolo di sacrificio in più da parte di qualcuna. Risposta che presumibilmente non arriverà mai.

Con queste premesse, lecito attendersi una squadra gialloblù intenta a timbrare il titolo di viaggio e prendere velocemente la strada per il ritorno a casa. Invece, le chiavaresi – pungolate nell’orgoglio – hanno giocato alla pari, mettendoci testa e cuore per 40′ e insinuando qualche dubbio nelle ragazze di Brovia, prive della fresca convocata in azzurro Facchini. Sull’onda delle triple di Alice Bologna (ben 5 in totale), l’NBA saliva nel secondo quarto sul 21-12, ma un bel controbreak dell’Aurora (11-0) faceva invertire la rotta. Un quasi speculare 11-2 per le locali chiudeva il tempino, ma le ragazze di Luca Migliazzi restavano aggrappate alla partita anche nella ripresa, dove Beatrice Copello e Chiara Diana brillavano in attacco, con il punteggio che non dava le necessarie sicurezze alle rosanero genovesi.

Appuntamento a lunedì 3 marzo (ore 18.30) per il derby contro Rapallo, valevole per la penultima giornata della fase ad orologio.

 

NEW BASKET ZENA  –  AURORA BASKET CHIAVARI  62  –  55  (15-10; 32-25; 46-44)

NBA ZENA:  Bologna 19, De Giovanni 5, Varoli 4, Poletti 3,  Sansalone 3, Pastorino, Battifora, Policastro 10, Bianchino 16, Zazzano, Cadè 2,  – All. Brovia

AURORA:  La Cava S., La Cava B.S., Diana 12, Copello 21, Tesserin 8, Ostigoni 5, Raggio 9,  –  All. Migliazzi