C2: INNAMORATI DI QUESTA AURORA!

Due è il numero perfetto. L’Aurora bissa il successo ottenuto all’andata al PalaCarrino espugnando la roccaforte di Sarzana con una gara solida, tenuta in pugno dal secondo quarto in poi senza tremare nel finale sotto gli assalti di Bencaster e compagni. Costringe i biancoverdi locali alla loro seconda sconfitta stagionale – entrambe per mano chiavarese – e riempe il serbatoio della fiducia in se stessa, ottenendo nel contempo due punti fondamentali per restare agganciata al secondo posto in classifica. Proprio così, due è il numero perfetto nel San Valentino gialloblù.

Identità  La squadra chiavarese conferma di aver ritrovato l’identità perduta nel momento più difficile, quello delle quattro sconfitte e dell’esilio dal campo di casa alluvionato, appoggiandosi ad una grande difesa ed all’esperienza dei suoi “seniores”, facendo la voce grossa a rimbalzo (44 in totale) e mettendo con chirurgica abilità i canestri decisivi. Di fronte ad un Sarzana determinato a chiudere la questione primo posto, l’Aurora cresce con il passare dei minuti e parallelamente interrompe l’iniziale trend biancoverde, con la voglia e la faccia giusta delle grandi occasioni. Coach Marenco non lo dice, ma intimamente è soddisfatto: “Si, questa sera i ragazzi hanno tirato fuori una bella prestazione, soprattutto di carattere con una vittoria importante per il morale. Come avevo detto ai giocatori, i tiri entrano ed escono ma non dobbiamo farne una questione di percentuali: se noi affrontiamo le partite con questo atteggiamento possiamo giocarcela con tutti, in casa e fuori. Superato il periodo difficile, occorre continuare su questa strada”.

Break  Assente Bianchini dai dieci uomini di coach Bertieri, dieci punti combinati ed equamente spartiti tra Bambini e Profeti provocano il primo strappo di Sarzana al 4′ (12-5). L’Aurora ci mette del suo: pigrizia nelle rotazioni, passività sul perimetro e selezioni di tiro rivedibili. Un paio di inziative di Nicola Vercellotti riavvicinano le contendenti, ma la chiusura del primo quarto è tutta biancoverde, con Profeti in copertina (9 punti con una tripla): 19-12 al 9′. La musica cambia dopo il primo mini-intervallo e Gianluca Garibotto instilla la sua verve con otto punti filati rovesciando gli spartiti. In un amen si passa sul 26-19 pro Aurora, con un parzialone di 14-0 nel giro di cinque minuti, mercè il contributo di Nicola Tealdi. Il match vira decisamente verso Chiavari (28-20 al 6′) anche se Sarzana non ci sta e torna in linea di galleggiamento chiudendo il secondo quarto a meno tre (32-29 esterno).

Ripresa  I primi cinque giri d’orologio del terzo quarto sono tutt’altro che indimenticabili. Si mettono punti sul tabellone con moderata parsimonia (due canestri, uno per parte per il 34-31 al 5′) e gli attacchi diventano vieppiù stagnanti con esecuzioni confuse, ritmo soporifero e spaziature disarmoniche. I primi tiri liberi dell’incontro per i gialloblù arrivano al 6′ del terzo tempino e danno slancio agli ospiti che ritrovano i sentieri che portano a canestro. Terribile tira giù un rimbalzo dietro l’altro (contati 15, di cui 13 difensivi, alla fine) e partecipa anche un funzionale Buccini che mette il jumper del 49-41 a 29″ dalla conclusione.

Emozioni   Il quarto tempino si apre con tre canestri di Bencaster che riavvicinano i locali, Bottino e Garibotto rispondono presente,  poi il baby Casini scaccia le paure biancoverdi con cinque punti in striscia che permettono l’aggancio sul 56-56 a -2’40” dall’ultimo gong. Vercellotti e Terribile rimettono un possesso pieno di vantaggio a -53″ (60-57), Profeti infila il 59-60 a -40″, nuovamente Vercellotti da quattro metri segna con freddezza e attributi il 62-59 a -28″. Sarzana fallisce la conclusione ed i “liberi” di Podestà e Terribile fissano il punteggio finale sul 65-60. Un successo meritato per i gialloblù, in grado di crescere di intensità dopo un avvio sottotraccia e di mantenere i nervi saldi in un finale ricco di emozioni. Le motivazioni del “big game” hanno sicuramente recitato una parte importante nella chimica di squadra, ora si tratta di trasferirle anche negli incontri meno stimolanti dal punto di vista filosofico.

Mvp  Tutti meriterebbero un riconoscimento, ma proviamo a scegliere ugualmente un nome. I 40′ di playmaking di Gabriele Podestà conditi da 2 triple,  6 rimbalzi ed una buona difesa sul perimetro meritano una consistente nomination assieme a quella di capitan Garibotto (16 con 6/11 dal campo) ed il lavoro oscuro di Bottino (8+9 rimbalzi). Ma andiamo con il ritrovato Stefano Terribile: il doppio 15 alle voci punti e rimbalzi lo issa sul piedistallo per voracità sottocanestro e determinazione. Avanti, avanti così.

 

BASKET SARZANA – AURORA BASKET CHIAVARI   60 – 65  (19-14; 29-32; 43-49)

SARZANA  Dell’Innocenti 9, Bambini 8, Bencaster 13, Tesconi 7, Profeti 16;  Barbieri, Casini 7, Brinck n.e., Bardi n.e., Boccafurni n.e. – All. Bertieri.

AURORA  Podestà 9, Vercellotti 9, Vajra, Terribile 15, Bottino 8;  Buccini 2, Garibotto 16, Tealdi 6, Gaadoudi n.e., Sambuceti n.e. – All. Marenco.

Un commento su “C2: INNAMORATI DI QUESTA AURORA!

  1. cristina ha detto:

    E….c’eravamo ! eravamo ancora una volta a tifare x qs squadra che spesso ci tiene con il fiato sospeso ! Davvero una bella partita, dal bel ritmo specie verso il finale.Con errori al tiro da entrambe le parti ma anche con belle azioni e tiri individuali da grande distanza di Gabri,””Verce””,Gabbo che hanno trascinato la squadra a qs bella vittoria.Importante anche il contributo di””Terry”” sotto canestro che a mio parere a giocato con grinta in particolare ai rimbalzi.Si torna a casa contenti di aver assistito ad una bella sfida…attendendo di tifare il prossimo week end.Complimenti ragazzi a voi e a Coach Giuliano.;-)

Comments are closed.