UNDER 15: VITTORIA “DI PESO”

Chiamata al confronto più probante di questa prima parte di campionato, l’under 15 guidata da coach Podestà non tradisce e passa con autorità sul parquet del Sestri Levante. L’Aurora offre una prova di una certa consistenza al cospetto di una formazione che all’andata l’aveva messa in difficoltà al PalaCarrino, cedendo solo nel finale per un gruzzoletto di punti.

Il match, sempre guidato dai gialloblù seppur con vantaggi mai rassicuranti, non è stato dei più spettacolari, riempito da parecchi errori al tiro di entrambe derivanti dalla tensione per il “big game” che molto probabilmente ha deciso la prima posizione a vantaggio dell’Aurora. Sofferto un primo tempino all’insegna dell’equilibrio, i chiavaresi pigiavano sull’acceleratore nel secondo, chiudendolo con una abbondante doppia cifra di scarto a proprio favore.

Dopo il break di metà gara, la maggior risolutezza dei padroni di casa sembrava potesse essere la chiave di volta per concretizzare una rimonta, ma i gialloblù riprendevano presto il comando delle operazioni riuscendo a ristabilire un divario sufficiente per concludere senza affanni negli ultimissimi istanti. Tra le note salienti, il consueto apporto “totale” di Gianluca Stefani e del suo braccio Mattia Zignaigo, lo spirito incarnato dal guerriero Juri Serio – che a dispetto di un infortunio è tornato in campo per mettere a segno due importanti punti -, il quarto tempino di Andrea Solari e l’attività “full court” di Mattia Andreani e Filippo Ravera. Bene anche chi ha calcato il campo per minor tempo, dimostrando utilità e dedizione alla causa. Martedì si ritorna a giocare: a Chiavari arriva la terza in classifica Sarzana.

 

C.B. SESTRI LEVANTE  –  AURORA BASKET CHIAVARI  45  –  56  (10-12; 19-32; 38-45)

SESTRI LEVANTE:  Montinaro 2, Milanta 4, Davini 6, Da Soghe, Lucchi, Belli 12, Albanese 9, Beltrami, Bottaro 12, Murru,  –  All. Caorsi 

AURORA:  Serio 4, Stefani 21, Solari G., Pellegrino, Bixio 2, Andreani 6, Ravera 2, Zignaigo 14, Solari A. 7, Curaci,  –  All. Podestà