C2: AURORA VINCE MA NON CONVINCE

Could be worse: could be raining ( Potrebbe andar peggio, potrebbe piovere…)- dall’immortale capolavoro Frankenstein Junior (1974).

Migliori in campo? Senza ombra di dubbio le cheerleaders targate Aurora, piacevolissima novità proposta dalla Gymnica 2000 di Silvia Caciolla (tra l’altro, mamma del quattordicenne Mattia Zignaigo) per allietare gli intermezzi tra un quarto e l’altro. Le giovanissime ragazze hanno sicuramente strappato più applausi di una Aurora spesso e volentieri col freno a mano tirato, capace di prendere un buon margine dopo pochi minuti di gioco, ma a corto di gambe e fiato per andar via in progressione. Ne è sortita una esibizione cestistica di rivedibile qualità che ha sollevato più di un sopracciglio, con automatismi che vanno e vengono, traccianti che coprono zone del parquet poco frequentate e astanti in attesa di una (imprevista) strambata dietro l’angolo. Che non c’è stata, o perlomeno ha rischiato di esserci all’inizio dell’ultimo periodo, quando i toscani inopinatamente cavalcavano un parziale in doppia cifra riportandosi sul meno otto. Un paio di triple di mammasantissima Vercellotti allontanavano la minaccia di un Pontremoli che rispetto alle passate edizioni viste a Chiavari ha avuto il merito di non mollare.

BICCHIERE – Il “nascondismo” gialloblù prosegue anche nella versione interna tra le sodali mura del PalaCarrino, spesso teatro di scenari ben più agguerriti da parte della banda-Marenco. Certo, chi si aspettava frizzi-lazzi & champagne è uscito nella penombra ottobrina con ben più di un interrogativo, ma in queste primissime giornate di campionato il bicchiere-Aurora va visto mezzo pieno. Anzitutto, sono arrivate due nette vittorie. Indi, chi più e chi meno, tutti hanno fornito tangibili contributi, al netto delle scelte e della condizione fisica ancora da trovare. Last but not least, le avversarie non stanno entusiasmando, alle prese come i chiavaresi con motori ancora ingrippati dalla lunga estate.

CRONACA SPICCIOLA – Sei punti di Nic Vercellotti aprono  la scatola dei toscani e i gialloblù di casa salgono sul +10 all’8′ (14-4). Ma si segna con una sorta di deferenza ancestrale e qualche bagliore di Polverini riporta  sotto Pontremoli alla prima sirena. Garibotto (sette punti in stricia) dedica tre minuti “dei suoi” alla questione Auroriana, portando in alto i cuori sul 29-14 prima dell’intervallo lungo, dopo il quale i nostri assurgono con relativa tranquillità a toccare il +18 (40-22 al 5′), prima di planare lentamente verso il tempino conclusivo. Ecco, qui coach Marenco rischia il travaso di bile per qualche scaldabagno di troppo proditoriamente lanciato in assenza di costrutto alcuno, con gli ospiti che provano a riaprire il match sospinti dall’eclettico Ceragioli ed un parziale di 10-0 (da 44-26 a 44-36 in 4′) che costringe il coach chiavarese ad un time-out riparatore. La sopracitata giocata Vercellottiana ri-chiude la questione, mandando i titoli di coda. Ripensandoci, meglio non andare troppo per il sottile: riconsiderando la frase di apertura in alto, potrebbe sempre piovere…

SINGOLI – Garibotto ancora una volta top scorer (19 punti conditi da 7 rimbalzi  e 5 recuperi in 32′), Vercellotti che cura apertura e chiusura (13+8 in 28′) e Terribile quasi in duplice deca (10+9 in 30′) i tre più in vista. Menzione per Stefano Bottino (10+6 in 25′) autore di una solida partita. Stavolta il quintetto iniziale ha fornito la maggioranza del fatturato in termini di punti e minutaggio e dalla panchina non c’è stato bisogno di particolari svolte.

ALTROVE – Con una seconda parte di gara da 51-9 (avete letto bene…) Ospedaletti travolge i giovanissimi del Tigullio nel rinnovato palazzetto di via Liuzzi. Sestri Levante cede sul campo del Granarolo/Cap, Ovada (prossima avversaria domenicale dell’Aurora) va a prendersi due punti in quel di Rapallo e l’altro Sestri (Ponente) infila il secondo successo mamramaldeggiando sulla neopromossa Ardita. Riposavano i biancoverdi del Sarzana.

BONUS TRACK – Ci preme ringraziare ancora la Gymnica 2000 per l’entusiasmo delle sue ragazzine che partecipano ai corsi di Cheerleading, brave e simpatiche intrattenitrici nei brevi intermezzi musicali.

 

AURORA BASKET CHIAVARI – POL. PONTREMOLESE   65 – 38  (14-9; 31-17; 44-26)

AURORA  Vercellotti 13, Podestà 4, Garibotto 19, Terribile 10, Bottino 10;  Toschi 3, Buccini 2, Gaadoudi 2, Sambuceti, Vajra 2. – All. Marenco.

PONTREMOLESE  Polverini 6,Mori 5, Ceragioli 11, Tosi 6, Caluri;  Giovi Villanueva, Parodi 4, Sordi 3, D’Angelo 3, Malossi. – All. Lanza.

PERCENTUALI DI TIRO:  da 2 p.ti Aurora 21/48   43,8% (Vercellotti 3/11, Toschi 1/2, Buccini 1/3, Podestà 2/6, Gaadoudi 1/2, Garibotto 4/9, Terribile 3/6, Vajra 1/2, Bottino 5/7)  –  da 3 p.ti Aurora 4/19   21%  (Vercellotti 2/5, Toschi 0/2, Podestà 0/4, Garibotto 2/7, Terribile 0/1) –   t.l. Aurora  11/18 61,1%  (Vercellotti 1/4, Toschi 1/2, Garibotto 5/7, Terribile 4/5).

RIMBALZI Aurora 38 (8 offensivi): Terribile 9 (1 off.), Vercellotti 8 (2 off.), Garibotto 7 (3).

PALLE PERSE/RECUPERATE:  Aurora 14/14 ((Garibotto 5 rec.)