UNDER 14: AURORA, L’AMARO IN FONDO

L’immenso cuore di Iuri Serio cerca nel finale di tenere a contatto l’Aurora, ma non è sufficiente. I gialloblù si devono arrendere nella  sauna infernale di via Cagliari contro l’Auxilium, più determinato ad ottenere il risultato con tutti – ma proprio tutti… – i mezzi. Le  ferite morali fanno più male di quelle materiali, anche se l’antisportivo di Castello, che ha tolto di mezzo un Gianluca Stefani imprendibile per i genovesi, ha il suo peso. Finisce con un accanimento arbitrale persino eccessivo (4 usciti per raggiunto limite di falli) nei confronti dell’Aurora, colpevole forse di non aver messo la giusta dose di intensità  nella sua prestazione, venendo spesso superata su tutto ciò che è il peperoncino della partita, come i palloni vaganti ed i rimbalzi.

Il ritmo, nonostante l’afa lo sconsigli vivamente, è bello sostenuto fin dalla palla a due ed il primo fallo di Mattia Zignaigo arriva direttamente dagli spogliatoi, trascorsi appena 4″. I pianeti non sono allineati e l’Aurora ne fa le spese in un primo quarto tutto di rincorsa, che si chiude sul -5. I primi tre minuti del secondo tempino vedono un crollo verticale delle azioni della banda di Enrico Ravera, che sono alle corde sul 28-16 pro Auxilium, sulle incursioni di Augliiera e Castello. Cinque giri d’orologio soprannaturali di Giaggi Stefani provocano il controbreak Aurora di 17-0, che ribalta in un amen punteggio, inerzia e scrutini del primo quadrimestre. I chiavaresi volano sul 33-28 ma non hanno abbastanza “vissuto” per tesaurizzare il momento positivo, si lascinano ri-sorpassare proprio sul buzzer per il 40-39 interno.

Dopo l’intervallo le due contendenti procedono a strappi, con violenti scossoni  di Stefani da una parte e con il dominio del pitturato dall’altra. Il vantaggio minimo del 30′  viene incrementato ad inizio quarto periodo dall’Auxilium, che scappa sul 70-60, riavvicinato da Stefani in trance agonistica. Il momento decisivo arriva a meno di 5′ dalla fine quando Gianluca, sull’ennesimo recupero viene letteralmente steso da un fortuito e doloroso colpo alla coscia che ne provoca l’uscita anticipata. L’Aurora regisce con le ragazze (Diana e Bordone), l’incredibile canestro di Serio e qualche punticino qua e là di Solarone, ma Zignaigo fa dentro-fuori ed i falli presentano il conto.

Il titolo under 14 va quindi all’Auxilium  ed ai ragazzi gialloblù resta il rammarico di garauno, gettata via quando sembrava vinta. Ma non si vive di rimpianti e sicuramente questa esperienza potrà tornare utile in futuro. Per adesso, si va in vacanza…

 

AUXILIUM GENOVA  –  AURORA BASKET CHIAVARI  92  –  80  (21-16; 40-39; 63-60)

AUXILIUM:  Prekperaj 17, Schiaffino 6, Pozzo, Ballarò 12, Augliiera 31, Ricci, Maccarini 3, Boni, Pittaluga, Crosetti 2, Castello 21, Terrosi,  –  All. Barbieri 

AURORA:  Serio 4, Stefani 47, Diana 4, Bordone 3, Solari G., Andreani 4, Ravera 4, Zignaigo 8,  Solari A. 6, Curaci,  –  All. Ravera