UNDER 17 FEMMINILE: AURORA, DOVE ERI?

Ragazze, vogliamo almeno giocarla questa partita?”. L’ennesimo time-out di Roberto Botteon avviene nel silenzio generale che fa ancor di più da cassa di risonanza alle parole del coach. L’Aurora sta affondando contro Nba Zena tra il disinteresse – lo scrivano non riesce usare un miglior eufemismo –  delle giocatrici in campo, forse schiacciate dal peso psicologico di dover sostenere un incontro importante contro una avversaria di ottima levatura, più veloce, più pronta, più in tutto. Come non bastasse, l’onorevole sconfitta patita nel match di andata, affrontato in condizioni di emergenza, aveva dato adito a speranze di rivincita che alla prova dei fatti si sono rivelate prive di qualsiasi fondamento. Il -35 di fine terzo quarto e l’encefalogramma piatto riportano le gialloblù alla dura realtà. Ed il coach non trova miglior soluzione che sfogare con qualche stentoreo urlaccio tutta la sua delusione.

Tre quarti di gara scivolano via tra mormorii di disapprovazione, airballs che vengono tirati da autentiche rampe di lancio ed arti inferiori che fanno “giacomo-giacomo”. Tutto il contrario della squadra ammirata in questi ultimi tempi, soprattutto per il suo carattere. Poi, l’ultimo tempino quando, con un quintettino “Sambuca Molinari” versione mignon che ci mette volontà ed abnegazione tali da sollevare autentiche ovazioni in tribuna, l’Aurora riporta il passivo a dimensioni più accettabili con un parzialone di 23-3 (da 20-52 a 43-55), mentre si fa strada l’ipotesi che le ospiti abbiano letteralmente smesso di giocare troppo presto, con le titolari sul pino. Ma tant’è, almeno questa (piccola) soddisfazione le girls se la prendono, sbucciandosi gomiti e ginocchia e mettendoci quel cuore che – magari – potevano scovare prima.

 

 

AURORA BASKET CHIAVARI  –  NEW BASKET GENOVA 43  –  57  (4-19; 12-34; 20-52)

AURORA:  Innocenti 4, Lauriola, Diana C. 3, Cimarosa, Fuggetta 4, Diana M. 4, De Martini 20, Ostigoni 8, Cassese, Raggio n.e., Pasquale,  –  All. Botteon

NEW BASKET:  Segalini, Bologna 14, Sansalone 10, Battifora 5, Facchini 15, Policastro 6, Ferro, Leugio 3, Cadè 4,  –  All. Brovia