UNDER 13: SCONFITTA CHE BRUCIA

Una Aurora imprecisa ed un pochino pasticciona si arrende al Tigullio Santa Margherita al termine di una partita sempre in affanno, dalla palla a due alla sirena finale. Gli ultimi secondi sono una campionatura delle occasioni perdute per i ragazzi allenati da Robi Picasso, che hanno il pallone per la vittoria svariate volte, ma pagano la scarsa mira dalla lunetta (3 tiri liberi falliti degli ultimi 4) e qualche disattenzione difensiva. Tutto ciò a scapito di una ripresa disputata stile Guerrilleros della foresta, che dava l’illusione del clamoroso ribaltamento.

Merita indubbiamente la vittoria la squadra di Andrea Pezzi, che può contare un  trio di giocatori interessanti che “fanno” la partita ma non oscurano gli altri, bravi a sostenerli. I nostri hanno pagato qualche atteggiamento sufficiente e nessuno di loro è riuscito in particolar modo ad emergere dal grigiore generale. La riscossa è arrivata dopo un secondo quarto da incubo – soli 4 punti in 10′ – che ha sparigliato le carte, costringendo l’Aurora ad una lunga rincorsa coronata sul 46-46 a 15″ dalla fine. La galoppata a canestro  di Penè dava il vantaggio decisivo ai biancorossi ospiti a -8″, con i gialloblù che  sul veloce ribaltamento sprecavano il canestro per mandare la gara al supplementare. Come si evince, le emozioni non sono mancate, anche se le avremmo ovviamente barattate per un andamento diverso…

Nonostante il passo falso, il primo posto del girone sembra ampiamente alla portata dell’Aurora, che in un probabile arrivo a pari punti con il Tigullio – manca una giornata con due gare abbordabili per ambedue – potrà capitalizzare il doppio confronto favorevole, data la larga vittoria all’andata. Ma è evidente che il vento sta cambiando ed occorre prenderne atto cercando di fare quadrato.

 

AURORA BASKET CHIAVARI  –  TIGULLIO SPORT  46  –  48  (10-13; 14-27; 31-36)

AURORA:  Comunello 4, Grigoni 3, Crovo 2, Bixio, Solari, Andreani 4, Ravera 8, Folli 5, Sanguineti 7, Chiavaccini 9, Curaci 4,  –  All. Picasso

TIGULLIO  Gnocchi 4, Pero 15, Mortola, Hibroj, Valentino, Gardella 11, Poletti,  Cinquegrana 2, Dalla Giacoma, Cuneo, Penè 5, Jancic 11,  –  All. Pezzi