C2: IL CUORE NON BASTA

Il biancoverde Tesconi affonda il coltello nella difesa dell’Aurora in quei nove minuti che vanno dall’8′ del primo quarto al 7′ del secondo, dove si materializza un parzialone esterno di 31-5 (da 11-8  a 16-39) che mette i sigilli alla gara. L’ala del Sarzana manda letteralmente al bar i nostri, mette 13 punti compositi (anche una tripla) e lancia la capolista verso la volata finale per il primo posto. L’Aurora si gioca la possibilità di un successo prestigioso (e utile per la classifica) in quel frangente, quando abbassa gli occhi invece che le gambe in difesa e compone una zibaldonesca serie di attacchi che non apportano beneficio alcuno. Una tripla subìta da Dell’Innocenti a soli 2″ dal riposo di metà gara è l’emblema di come i gialloblù siano con la testa posizionata ad alte quote, tra cirri e nembi.

RITARDO – Accumulato un ventello al passivo dopo 20′ – che contro siffatti rivali garantisce la possibilità di cominciare a pensare alla cena con le gentili consorti – ed ascoltato l’inevitabile fervorino vocativo di coach Marenco negli spogliatoi, i gialloblù ritornano in campo con ben altra faccia. C’è da scalare una parete del sesto grado, è vero, ma il terzo quarto di Gianluca Garibotto mette le ali all’Aurora. Il capitano esplode venti-diconsi-venti punti in meno di dieci minuti dando l’impressione di entrare nel nirvana cestistico concesso solo agli eletti. I fuochi d’artificio del Gabbo gialloblù ottengono l’effetto di galvanizzare compagni ed ambiente, incrinando nel contempo le sicurezze del Sarzana. Sembra possa accadere l’impronosticabile, ma sul 52-58 a 7′ dall’ultima sirena l’Aurora manca la tripla che l’avrebbe portata ad un possesso di distanza, aprendo forse orizzonti inesplorati. La gara finisce praticamente lì, rimane solo quel terzo quarto pirotecnico ed illusorio al tempo stesso.

RISCATTO – Sarzana si prende la rivincita del match di andata, quando l’Aurora si era concessa il lusso di espugnare il campo biancoverde, e pone una serissima ipoteca per una delle prime due posizioni. Oltre al Tesconi di cui sopra, ottima la point-guard Dell’Innocenti, pratico ed essenziale, infaticabile Penè sotto i tabelloni ed il regista occulto Bencaster. Squadra che aspira legittimamente al salto di categoria, quella in biancoverde. L’Aurora, al di là del terzo quarto da 27 punti, mantiene gli ormai cronici problemi di realizzazione, che vengono fugati quando Garibotto fa il super Gabbo, ma che rimangono sul tappeto come le ormai classiche questioni ancora irrisolte. L’impegno in fase di contenimento come al solito è meritevole di encomio, i ragazzi si sbattono su ogni pallone, ma è innegabile che occorra un secondo violino in grado di affiancare Gianluca nelle responsabilità offensive.

PODESTA’ ECCOTI QUA! – Secondo violino che – pian pianino, con molta cautela – si potrebbe individuare in Gabriele Podestà, il quale finalmente ha cominciato a riempire le caselle dello scout con un paio di triple scacciaincubi. La prima in particolare, arrivata dopo pochi secondi, ha fatto esaltare il PalaCarrino, a testimonianza di come il “calvario” di G-Pod abbia colpito ognuno. Bottino e Terribile hanno avuto le mani piene contro la possanza fisica del Sarzana sottocanestro, riuscendo comunque ad accaparrarsi diversi rimbalzi offensivi. Coach Marenco traccia un sintetico bilancio a fine partita: “Senza Tealdi abbiamo comunque giocato quasi alla pari per 30′ su 40′, escludendo il secondo quarto dove abbiamo avuto un atteggiamento troppo remissivo. La lezione è sempre quella: contro questo tipo di squadre non puoi regalare nulla se vuoi far risultato. Serriamo le fila e prepariamo la trasferta a casa del Granarolo“.

ALTROVE – Il Tigullio regola il Cus e mantiene la vetta in coabitazione con Sarzana. Dietro rinviene forte in acqua tre il Red Ovada, che continua la sua serie di vittorie andando ad espugnare il campo del Sestri Ponente, come fa il Granarolo a Cogoleto. Importanti successi nella lotta per i playoff di Rapallo e Sestri Levante, mentre in coda si tira su la Pontremolese nello scontro diretto con Vado. Chiudono la classifica Sestri Ponente e Villaggio.

 

AURORA BASKET CHIAVARI – SARZANA BASKET   60 – 72  (11-17; 20-42; 47-54)

AURORA  Sciutti 6, Podestà 9, Garibotto 27, Terribile 8, Bottino 9;  Stefani, Provatidis, Sambuceti 1, Buccini n.e., Gaadoudi n.e. – All. Marenco.

SARZANA  Dell’Innocenti 20, Bencaster 9, Tesconi 20, Bianchini 2, Penè 11;  Barbieri, Rustichini 10, Maggiani, Brinck n.e., Boccaforni n.e. – All. Bertieri.

ommenti su “C2: IL CUORE NON BASTA

  1. mamma cristina con davide e andrea ha detto:

    CIAO sono CRI ex cestista e mamma di due maschietti. Il piccolo andrea che ieri ha tifato per il suo maestro GIANLUCA che lo segue a mini basket con CSI e davide che verra’ a provare qs meraviglioso sport anche se inizia un po’ tardi…10 anni. Per cio’ che ho visto il migliore in campo e’ stato proprio gianluca che oltre a bei tiri da 3 non ha mai mollato in quanto a grinta !!! Non voglio fare l’antipatica ma mi aspettavo di piu’ in quanto a percentuale di realizzo al tiro e nella difesa che ha fatto un po’ acqua… Ci siamo comunque divertiti e torneremo a tifare e sostenere la squadra ciao ciao

  2. Bob Ray ha detto:

    Gentile Cri, ci fa davvero piacere sapere quanto tu ed i tuoi due pargoli abbiate apprezzato lo spirito con il quale i nostri giocatori hanno affrontato la partita. E’ una delle tante belle domeniche che questi ragazzi regalano ai loro sostenitori costanti ed anche a quelli occasionali. Sappiamo quanto Gianluca “Gabbo” Garibotto sia un trascinatore a 360° e quanto sudore ed entusiasmo metta nel suo operato, in campo e fuori campo. Aspettiamo con molto piacere anche il secondo baskettaro, non è MAI troppo tardi…. A presto!

  3. gabbo9k ha detto:

    Ciao CRI sono Gianluca! Mi ha fatto davvero tanto piacere vedervi alla partita domenica sera, e che nonostante la sconfitta vi siate divertiti…peccato per quel black out tra metà del primo quarto e fine secondo! Se gli fossimo stati più vicini forse ce l’avremmo fatta, chissà, ma da parte nostra l’impegno è stato massimo e sono sicuro che andando avanti così nella stagione riusciremo a toglierci ancora tante soddisfazioni. E per quanto riguarda Davide non è per niente troppo tardi, sono sicuro che si troverà molto bene e se ci sarà in lui la passione e il divertimento (che è sempre la cosa più importante) in pochissimo tempo se la caverà già alla grande! Lo aspettiamo, come anche il piccolo Andre che già conosco molto bene…ahahah…un abbraccio e alla prossima partita allora! Grazie ancora

  4. DAVIDE, ANDREA e mamma Cri ha detto:

    FORZA RAGAZZI !!!!
    IN BOCCA AL LUPO PER DOMANI.
    ASPETTIAMO DI RIVEDERVI ALLA GRANDE IN CAMPO CASALINGO SETTIMANA PROSSIMA. ALE OO ALE OOOOOO…
    CIAO

Comments are closed.