UNDER 19: AURORA, QUO VADIS?

Brutta, veramente brutta. Persino contro il Pontremoli l’Aurora under 19 non riesce a sbloccarsi dalle secche delle gare esterne, subendo una sconfitta dopo un tempo supplementare. I gialloblù, condotti per l’occasione da coach Benvenuto, in panchina al posto del “reprobo” Gabriele Podestà, ruminano basket di modesta qualità per 40′, venendo sbatacchiati dalle onde pontremolesi  e acchiappando l’ultimo treno per l’overtime con un candelotto da tre punti di Daniel Demartini.

Nel prolungamento i nostri sembrano finalmente proporre qualcosa di più del minimo sindacale e vanno sul +5 a meno di 100″ dalla sirena, ma una serie di attacchi, inspiegabilmente vittime di frenesie complicate anche per un principe della psicanalisi, li fa deragliare e mandare a ramengo la partita. Per carità divina il campionato si avvia verso la sua conclusione e nelle quattro gare che restano non pensiamo di poter annotare di peggio dell’esibizione in terra pontremolese. Brutta, veramente brutta.

 

PONTREMOLESE BASKET  –  AURORA BASKET CHIAVARI  d.t.s. 74  –  72  (16-8; 36-24; 49-39; 62-62)

PONTREMOLESE:  Mori 8, Fantoni 15, Fabbri 7, Malossi 12, Ricci 13, D’Angelo 6, Furlan, Flati 13, Valeri, Giorcelli,  –  All. Marcucci

AURORA:  Comunello 11, Buccini 9, Maiolo 7, Longinotti 16, Mecca 6, Sambuceti 4, Demartini 13, Gallo 3, Bartolozzi 3,  –  All. Benvenuto

 

  

Un commento su “UNDER 19: AURORA, QUO VADIS?

  1. Bob Ray ha detto:

    Rispondo a tutti quelli che hanno scritto messaggi. Ci sono momenti in cui è necessario fare ammenda. Chiedo scusa a chi si è sentito offeso dall’uso spropositato dell’aggettivo “mediocre”, ma non era mia intenzione offendere nessuno. Mi riferivo soltanto alla posizione in classifica dellle due squadre, nessun riferimento a chi pratica il basket per passione genuina. Ho provveduto a rimuovere la parola incriminata e tengo a precisare anche che scrivo per puro diletto (lungi da me definirmi “giornalista”) senza alcuna volontà di alzare polveroni. Questa volta chi scrive è stato mediocre e lo riconosce.

Comments are closed.