UNDER 17 ELITE: ULTIME GRIDA DALLA SAVANA

Si avvia verso la conclusione il campionato elite degli under 17 di coach Benviz. I ragazzi scivolano verso i bassifondi della graduatoria perdendo, come da pronostico, il match di Rapallo contro la Pro Recco di Matteo Ermirio, immarcabile folletto capace di sganciare trenta candelotti nel canestro gialloblù (21 addirittura dopo due quarti). Il play rapallino-recchelino usa il passepartout contro la difesa chiavarese facendo impazzire i suoi “angeli custodi” che a turno si sono cimentati per impedirne le machiavelliche zingarate.

L’Aurora inizia di buona lena e con vantaggi minimi, frutto di una buona difesa e qualche iniziativa individuale di Cervini e Gervasi. Ben presto però i padroni di casa prendono il controllo delle operazioni con il suddetto Ermirio e lo sgusciante Biundo. Il secondo tempino è decisivo per le sorti del match, con la Pro Recco che sbatacchia il quintetto gialloblù, che perde progressivamente contatto senza dare veri e propri segnali di vita. Il prosieguo è tedioso come i film cecoslovacchi proposti dal geometra Riccardelli nell’indimenticato Secondo Tragico Fantozzi di Paolo Villaggio.

I nostri compiono evoluzioni propedeutiche, qualche lampo di Alì Gaadoudi e Filippe Frulli non  basta ad evitare una netta sconfitta e si ritorna a casa con l’impressione di aver timbrato il cartellino. La stagione sembra dirigersi verso sud e le gare che mancano rischiano di diventare anonime se non si trovano motivazioni. Ma queste benedette motivazioni occorre cercarle…

 

PRO RECCO BASKET  –  AURORA BASKET CHIAVARI  77  –  58  (18-15; 45-29; 57-45)

RECCO:  Ermirio 30, Queirolo 4, Carpaneto 8, Cipollina 11, Biundo 22; Viacava, Promi, Shmilli, Rostagny, Djgal 2,  –  All. Bertini

AURORA:  Andreani, Leonardini 8, Cervini 11, Borinato 2, Frulli 9; Bogliardi 3, Elia, Carà 5, Gaadoudi 14, Gervasi 6,  –  All. Benvenuto