UNDER 19: SBERLONE A “SANTA”

D’accordo, tra le due compagini esiste forse più di una classe di differenza, con il Tigullio lanciato verso il primato assoluto nel campionato under 19. D’accordo, l’Aurora di G-Pod finora si è espressa meglio tra le mura amiche del PalaCarrino piuttosto che altrove. D’accordo, l’assenza di Filippe Frulli e le precarie condizioni di alcuni elementi della “rosa” non lasciavano presagire che una versione turistico-contemplativa dei chiavaresi.

Tutto vero, ma stavolta siamo andati ben oltre, soprattutto dopo i primi due quarti, quando le prime linee biancorosse letteralmente scherzavano l’Aurora, che ben presto tirava giù la cler per gustarsi le evoluzioni altrui. Tutto il resto non vale nemmeno la pena di raccontarlo, tale è stato il divario espresso in campo, con i sostituti a gavazzare in buona compagnia.

La pesante batosta mette una pietra tombale sulle (poche) aspirazioni da playoff per questa Aurora che lunedì 16 attenderà al Palazzetto di Sampierdicanne (ore 21.15) la Pro Recco, che invece di ambizioni continua a coltivarne.

 

TIGULLIO SPORT  –  AURORA BASKET CHIAVARI  87  –  37  (31-8; 57-15; 76-24)

TIGULLIO: Pincione 6, Teppati, Wintour 10, Zolezzi 3, Gallo 5, Caversazio 12, Kuvekalovic 25, Martin Garcia 16, Valera C. 2, Tiraboschi 7, Mirano 1,  –  All. Macchiavello

AURORA: Comunello 8, Buccini 18, Carbone, Casaleggi, Boletto, Maiolo, Longinotti 2, Mecca 2, Sambuceti 4, Demartini 2, Gallo, Bartolozzi 1,  –  All. Podestà