UNDER 19: UNA BATOSTA MERITATA

Continua il periodo simil-montagne russe per l’Aurora under 19, ormai abbonata ai saliscendi. alla vigilia del match con il DLF nessuno – crediamo – poteva pensare ad un epilogo del genere, anzi si riteneva plausibile incamerare i due punti. Invece, non solo il -35 assomiglia sinistramente alla peggior sconfitta casalinga degli ultimi tempi, ma il gioco (ahem) espresso in campo non lascia adito a qualsivoglia giustificazione.

Arrendevoli, molli ed inconsistenti. I ragazzi di Gabriele Podestà hanno fornito agli astanti il loro peggior volto, con la parziale scusante dell’assenza di Daniel Demartini, secondo violino della formazione gialloblù. I trentotto punti messi a segno – erano addirittura 12 dopo ben 20′ inverecondi minuti – devono far riflettere sulle possiiblità offensive dei chiavaresi, non nuovi a prodezze (arci-ahem) del genere. Gli ospiti ovviamente ringraziano di cotanta generosità, laddove coach Podestà auspica una reazione d’orgoglio già dal prossimo match, la dura trasferta contro l’Ardita del 2 dicembre. Spéremm.

 

AURORA BASKET CHIAVARI  –  D.L.F. LA SPEZIA  38  –  73  (10-22; 12-40; 27-55)

AURORA:  Comunello 3, Buccini 10, Carbone 5, Casaleggi, Boletto, Maiolo 2, Longinotti 7, Mecca 4, Sambuceti 2, Gallo, Bartolozzi 5,  –  All. Podestà

D.L.F.:  Secco 2, Signani 14, Ramirez 15, Bucchioni 12, Cruz 2, Buondonno 4, Simoncelli 8, Campagnolo, Hidalgo 4, Gomez 12,  –  All. Buffa