UNDER 17 ELITE: AURORA A TESTA ALTA

A dispetto della sensibile differenza tecnico-fisica, in campo l’Aurora non ha demeritato, anzi. I ragazzi di Fabrizio Benvenuto sono sicuramente usciti con l’onore delle armi dal confronto con gli imbattuti spezzini di Danilo Gioan, forti di alcuni elementi che hanno già messo piede sui parquets di C nazionale.

Aurora-Canaletto sembrava una sfida improba, memori anche del risultato dell’andata (-42), e le premesse sembravano confermare questa tesi abbastanza condivisibile dai più. Infatti, la prima metà della gara scivolava via con gli ospiti assoluti padroni della situazione ed in grado di dare quelle due/tre accelerate innestando le marce alte. Il +15 Canaletto al secondo gong poteva sembrare il preludio ad una ripresa da seguire con l’occhio all’orologio nella non troppo recondita speme di sbrigare la pratica.

Invece, coach Benvis opta per il quintettino da battaglia che esalta le caratteristiche da “guastatore” di Stefano Carà, il quale – assieme a Pietro Leonardini – sarà il top scorer gialloblù. L’inerzia cambia nel terzo periodo, chiuso sul 47-42 pro Canaletto, mentre nel quarto conclusivo i nostri lottano gomito a gomito salvo cedere nel finale, sotto un punteggio che non dice tutto. La chiosa, come di consueto, è affidata alle parole del coach: “Bella la reazione giocando pure una buona pallacanestro in chiave difensiva. Noto con piacere che i ragazzi si sono sbattuti mettendo in difficoltà una formazione di caratura superiore. Con questo spirito non partiamo battuti contro nessuno”.

 

AURORA BASKET CHIAVARI  –  PGS CANALETTO  58  –  70  (14-27; 22-37; 42-47)

AURORA:  Bogliardi, Elia 4, Borinato 2, Cervini 6, Andreani 2, Carà 19, Frulli 4, Gaadoudi 2, Leonardini 19,  –  All. Benvenuto

CANALETTO:  Spanu 2, Benites 15, De Bernardi 12, D’imporzano 4, Petani 2, Pera, Tripodi 2, Mazzi 1, Steffanini 9, Rege Cambrin 23,  –  All. Gioan