UNDER 19: ACUTO GIALLOBLU’

Dalla polvere agli altari, i ragazzi di coach Podestà non conoscono le mezze misure. Dopo il  sorprendente rovescio in quel di Canaletto, contro una squadra ancora a secco di vittorie, ecco la rimonta vincente sull’imbattuto Spezia. Privi di un terminale offensivo del calibro di Daniel “Boom Baby” Demartini, i gialloblù sfoderano una performance di tutto rispetto con la ciliegina di un ultimo quarto in crescendo Rossiniano.

Il successo conquistato contro gli spezzini alimenta un pochino di rimpianti per qualche partita lasciata scivolare via con ignavia, a testimonianza del fatto che con i giovani non si può dare mai nulla per certo. Sicuramente, con la “garra” dimostrata in quest’ultima occasione il centroclassifica sta molto stretto all’Aurora, che peraltro adesso dovrà dimostrare in trasferta di poter dare un seguito alla bella prestazione di lunedì sera.

Mvp dell’incontro l’intrattabile (per la difesa ospite) Leonardo Buccini, il quale può rendersi assolutamente utile anche in prospettiva prima squadra. Il levriero chiavarese è arrivato tardi quando distribuivano la timidezza offensiva e si propone come leader emotivo ma anche tecnico. Belle cosucce anche da un Filippe Frulli sempre più a suo agio nei panni di secondo violino, che lascia lì – oltre ai 16 punti – anche una sorprendente intensità, al pari di Cesare Longinotti, fattore importante nel successo-Aurora.

Lunedì 25 novembre altro appuntamento al PalaCarrino (ore 21.15) per sfruttare il turno casalingo contro il Dopolavoro e provare a risalire in classifica. Coach Podestà spera di poter esportare questa Aurora versione casalinga anche sugli altri campi. Che la forza sia con lui!

 

AURORA BASKET CHIAVARI  –  SPEZIA BASKET  61  –  54  (10-15; 29-31; 43-47)

AURORA:  Comunello 5, Buccini 25, Carbone, Casaleggi, Boletto, Maiolo, Longinotti 10, Mecca, Sambuceti, Frulli 16, Gallo, Bartolozzi 5,  –  All. Podestà

SPEZIA:  Scarpa 12, Grassi, Raggi 1, Stratta, Pipolo, Madiotto 2, Manzini 17, Becerri 3, Santoni 19, Paesani,  –  All. De Santis