UNDER 19: L’AURORA CHE NON VORRESTI VEDERE…

Neanche in casa dell’ultima in classifica l’Aurora, chiamata a dare una sterzata al trend esterno negativo, riesce a far risultato ed anzi ne esce con le più  somatiche ossa rotte. L’evidenza statistica delle prime giornate dava un Canaletto come facile preda per i gialloblù, facendo conto sulle precendenti partite della formazione spezzina (record di 0-5, dove le cinque sconfitte erano anche assai larghe) e sulla volontà di riscatto chiavarese. Volontà che sul campo di via Palmaria non si è vista.

Si sono viste invece le ormai croniche titubanze ed momenti di vuoto apneistico che propone l’attacco chiamato a sua volta a presentare argomenti che riescano a suffragare una manciata di ambizioni. Il gioco interno di Rinaldi ha scoperchiato la pentola delle incertezze sottocanestro in difesa, mentre sull’altro versante la coppia di scorers Buccini-Demartini ha invano cercato la via del canestro con continuità, trovandola solo a singhiozzo.

Lunedì 18 appuntamento casalingo (ore 21) contro la capolista Spezia per provare a fornire una risposta confortante ai quesiti sorti durante questa infausta esperienza.

 

CANALETTO BASKET  –  AURORA BASKET CHIAVARI  66  –  58  (14-12; 25-26; 48-46)

CANALETTO:  Bellandi, Storti, Mattoccia 2, Mazzini 6, Rosellini 5, Manfredini 18, Olmi, Losi, Damian 2, Lombardi, Rinaldi 24, Del Santo 9,  –  All. Arena

AURORA:  Comunello 2, Buccini 13, Carbone 4, Casaleggi, Frulli 6, Maiolo, Longinotti 7, Mecca 4, Sambuceti 5, Demartini 12, Gallo, Bartolozzi 5,  –  All. Podestà