C2: IL TIGULLIO BATTE DOVE IL DENTE DUOLE?

Al Tour de France per indicare una salita – del tipo Galibier o Mont Ventoux – dove la gara avrà sicuramente una svolta, si usa l’espressione “hors categorie“, ovvero fuori categoria. Ebbene, nel caso di Gerald Carter, nuovo arrivato chez Tigullio, si tratta di un giocatore “hors categorie“, Questo salta, eccome se salta. E mette punti sul tabellone come bere una birretta. Può segnare in mille differenti modi ed arricchisce di talento il roster biancorosso allenato da Macchiavello. Per la truppa di Giuliano Marenco si prospetta una domenica (ore 18, palazzetto di via Gen. Liuzzi) molto problematica. Gia, proprio quello che ci voleva, dopo lo scivolone casalingo contro il Cogoleto.

La seconda giornata di campionato propone per l’Aurora il derby contro il Tigullio, capace di espugnare nel turno inaugurale il difficile campo di Ospedaletti. Come si può intuire, il morale dei gialloblù – falcidiati dalle assenze di Podestà, Bianco e Tealdi – non è al top, ma l’occasione di una gara certamente difficile può stimolare Garibotto e compagni.

Non solo Carter, ma anche il centrone Richard McNutt è in grado, come sappiamo, di procurare sonni agitati al reparto lunghi chiavarese. Senza contare i giovanissimi slavi Milos Delibasic e Borko Kuvekalovic che pound per pound sono tra i migliori del campionato. Sarebbe una sorpresa se il Tigullio non si piazzasse tra i primi 3/4 posti della C regionale. Sarebbe una sorpresa ancor più grossa veder uscire l’Aurora vittoriosa da questa trasferta che non ha i prodromi della partita del riscatto. Ben lieti di sbagliarci, ovviamente…