UNDER 18 – GARA 3 SEMIFINALI PLAY OFF: BIGLIETTO PER LA FINALE

I punti non si contano. I punti si pesano.

Andrea Paini è l’impronosticabile artefice della vittoria: non è stato il miglior marcatore della partita (Pantic da una parte e Pozzo dall’altra hanno segnato di più) ma i suoi 17 punti sono oro colato per la squadra di Giacomo Gotelli perchè sono arrivati nei momenti topici.

L’Aurora strappa il ticket che vale la finale under 18 in una bella partita a Rapallo, contro una degnissima avversaria che si è letteralmente prosciugata nel tentativo di superarla, sfinendosi nell’ultimo quarto, quando le maggiori rotazioni  portavano dividendi pesantissimi ai chiavaresi. Una serie di tre partite dalle varie sfaccettature, nelle quali gli aggiustamenti tecnici della panchina chiavarese hanno girato a proprio favore uno spareggio  dove in quaranta minuti si sono condensate tantissime emozioni.

Assenti Curaci e Tabacchi squalificati dopo le scaramucce di gara due, dai primi minuti l’Aurora teneva testa al solito inizio forte dei recchelini. Mattia Zignaigo si faceva interprete di un atteggiamento più improntato alla velocità nelle decisioni e i Gotelli-boys perfezionavano il 16-13 con il quale il primo quarto andava agli archivi. Nel secondo, otto punti consecutivi di Pozzo ribaltavano la questione ma l’Aurora rispondeva colpo su colpo in 10′ dove le due contendenti si scambiavano canestri (28-23 per Recco il solo parziale del secondo tempino).

Dopo il riposo la prima svolta: i locali producevano il massimo sforzo chiudendo le strade in difesa e volando sul 52-39, con i gialloblù fermi al palo dei 39 di metà partita dopo cinque minuti. Pantic infilava la tripla e da lì l’Aurora si rivitalizzava fino al 54-54. La terza tripla del Djordje in questione dava il nuovo pari a quota 57 e da lì in poi Stefani, Zignaigo e soprattutto Paini (dieci punti negli ultimi dieci minuti per l’unsung hero di gara tre) infilavano stilettate nel cuore della Pro Recco, spalancando le porte della finale regionale per il secondo anno consecutivo.

Vorrei estendere a tutti i ragazzi, anche a chi ha dato il suo piccolo ma tangibile apporto,  i complimenti. Sono stati tutti importanti e se siamo ancora in finale il merito è di ognuno. Adesso dobbiamo stare ancora più concentrati ed essere pronti per una nuova sfida” chiosa il coach a fine partita.

Una finale che premia un gruppo che ci ha sempre creduto, anche dopo i primi sei tempini (ovvero fino a metà gara due) quando sembrava che oggettivamente Recco ne avesse di più. Invece, sotto l’attenta guida tecnica di coach Gotelli, i ragazzi si sono scrollati di dosso tensioni e fantasmi – presenti comunque anche in questo match – per rimontare una situazione psicologica che stava diventando assai difficile. Bene così, ora è d’obbligo non fermarsi e continuare su questo sentiero. Alla prossima.

 

PRO RECCO BASKET  –  AURORA BASKET CHIAVARI  68  –  78  (13-16; 41-39; 57-54)

PRO RECCO:  Cobianchi 9, Dalorto 13, Costa 4, Giorgianni, Pozzo 18, Valentino 4, Chiovetta 2, Ruggia 13, Medisio 5,  –  All. Pizzonia

AURORA:  Serio, Stefani 17, Solari, Leverone 1, Pellegrino, Crovo, Pantic 18, Andreani, Raggio 1, Paini 17, Ravera 8, Zignaigo 16, –  All. Gotelli