SERIE C SILVER: VADO, COMBATTO MA TORNO A MANI VUOTE

La trasferta (difficilotta anzicheno’) sul campo del Vado offre responsi contrastanti alla truppa del generale Marenco. Da una parte, la gestione dell’emergenza – Costacurta a referto per onor di firma sbilancia la lotta a rimbalzo a favore dei locali – è stata comunque affrontata col piglio giusto, restando in partita contro una squadra più dotata sotto il profilo fisico. Dall’altra, i cronici momenti in cui nessuno riesce a metter punti e l’attacco batte in testa.

L’Aurora ci ha provato, lottando con l’arma dell’esperienza contro i ragazzini Vadesi (parecchi 2000/2001 sul parquet del pallone geodetico) e contro i periodi bui, in questo caso non metaforici. Infatti, il match si è svolto sotto la tenue luce di pochi faretti per un guasto all’impianto di illuminazione che ha reso alcune zone del campo ottime per le fiaccolate invernali. Le due squadre si sono comunque battute ugualmente e la partita è venuta fuori anche abbastanza divertente, con alti e bassi, anche con vantaggi Aurora nell’ultimo periodo prima che Vado imponesse la maggior solidità del suo impianto di gioco.

Proibitivo appare l’impegno che attende gli uomini di Marenco domenica prossima nel turno casalingo contro la Tarros spezia, seconda in classifica alle spalle del Cus: l’Aurora spera almeno di offrire una valida resistenza e di avere tutti a disposizione.

 

PALLACANESTRO VADO  –  AURORA BASKET CHIAVARI  71  –  62  (23-21; 45-36; 55-53)

VADO:  Jancic, Lo Piccolo, Gualandi 7, Pelegi 1, Pesce 3, Cerisola 5, Fazio 12, Pintus 7, Brignolo 17, Anaekwe 7, Tsetserukou 12,  –  All. Costa

AURORA:  Ferri 16, Stefani 8, Calzolari 15, Amisano n.e., Pantic, Varrone 7, Costacurta n.e., Elia n.e., Muzzi 4, Poltroneri 11, Ciotoli 1,  –  All. Marenco