UNDER 20 – GARA 1 FINALE PLAY OFF: SVOLTA AURORA PER L’1-0

Dove sta l’inghippo? Per quasi tre quarti di gara uno l’Aurora tesse e disfa peggio di Penelope, troppo soft sui palloni vaganti e a rimbalzo. A sensazioni, sembra la classica serata dove la sconfitta è annunciata, quasi promessa, figlia di un atteggiamento minoritario nei confronti di una squadra che sopperisce al gap fisico con una determinazione speciale. Ogni tanto si bussa alla porta di Mladen Dmitrovic, che da solo tiene per un quarto i gialloblù avanti nel punteggio, ma sono le seconde chances che fanno la partita. E qui il Pegli prende il sopravvento in un secondo quarto dove l’asfittico attacco dell’Aurora ha bisogno delle bombole di ossigeno che il serbo tiene in …serbo ma non riesce a utilizzare, vittima del convergere della difesa locale su di lui.

Ma nella sauna di via Cialli – temperatura e umidità a livelli equatoriali hanno certamente influito sul rendimento di tutti i giocatori – ogni angolo della partita rischia la svolta. E così accade che con un cambio repentino di difesa mentre il match sta andando verso una deriva perniciosa per i gialloblù (39-49) nella seconda parte del terzo quarto, coach Marenco mette i paletti negli ingranaggi degli arancioblù. Un parziale di 8-0 raddrizza la scialuppa -Aurora  e costringe i locali a esitare in attacco, fermandoli totalmente negli ultimi dieci minuti, dove i chiavaresi diventano padroni del match. Costacurta e Frulli si giovano dell’ottimo lavoro ai fianchi che i vari Muzzi, Varrone, Cervini, Amisano e Tasso apportano. L’emblema di tutto è l’eclettico Filippe, che si cala felicemente nel ruolo di rubapalloni e conclude con alcune volate in contropiede mica facili. Non facili anche perchè dopo pochi minuti Gianluca Stefani doveva fare presto i conti con quattro falli e il suo utilizzo era pressochè sfumato, anche se Jacopo Muzzi lo rimpiazzava egregiamente.

Tutto bene quindi? Sotto forma della sostanza indubbiamente. Vincere garauno fuori casa e poter giocare il match point tra le mura amiche del PalaCarrino dopo due settimane – sic! ma non è tutta colpa del …basket – mette tutto ciò sotto la buona stella. Ma, a beneficio di chi tende a dimenticare in fretta, veniamo a rammentarvi che la situazione dello scorso campionato under 20 era addirittura migliore (vittoria esterna a Cogoleto e poi garadue e eventuale garatre a Chiavari) e se non volete ricordare come finì, ve lo diciamo noi: male…

A rincarare la dose e mettere sull’avviso i viandanti provvede la chiosa di coach Marenco: “Vittoria molto importante perchè ottenuta in condizioni difficili e con una reazione che mi lascia ben sperare. Ma siamo solo a metà dell’opera e in garadue si riparte da 0-0, Pegli ha le armi per metterci in difficoltà e ci proverà sicuramente. Non scordiamoci che parecchi loro giocatori hanno punti nelle mani e noi dovremo essere capaci di mettere in campo l’intensità e le scelte della seconda parte del match”. 

 

BASKET PEGLI  –  AURORA BASKET CHIAVARI  66  –  74  (12-18; 35-30; 54-51) 

PEGLI:  Zaio 6, Germagnoli 2, Bricchetto M. 12, Zito 13, Prezioso 11, Mazzorana 6, Penna, Moggio, Mozzone 10, Bricchetto S. 6, Bruni, Varaldo,  –  All. Di Chiara    

AURORA:  Tasso, Stefani, Segale, Amisano, Cervini 4, Varrone 1, Costacurta 19, Dmitrovic 27, Muzzi 4, Frulli 19,  –  All. Marenco, Migliazzi