C SILVER: AURORA, ALLERTA GIALLA!

C’è chi dice che sulle cicatrici si costruisce l’esperienza. E che con l’esperienza gli errori non si dovrebbero ripetere. Arguiamo che costoro rimangano saldamente ancorati alle proprie convinzioni e non si rechino in qualche amena località ligure per osservare da vicino le evoluzioni dell’Aurora in serie C silver. La quale Aurora getta – secondo il modestissimo parere di chi vi scrive – nel bidone della spazzatura una ulteriore occasione per dare una felice compagnia all’unico successo finora maturato. E’ così  sufficiente una dose omeopatica del Tigullio Sport Team, privo tra l’altro di Zolezzi, per lasciare col più classico dei palmi di naso i ragazzi di Giuliano Marenco.

Filo  La differenza tra una tonificante vittoria e una urticante sconfitta risiede, con molte probabilità, nel lungo passaggio a vuoto che ha indirizzato la gara a favore degli ospiti. Parliamo del terzo quarto, dove l’Aurora ha perso per strada il filo conduttore che aveva caratterizzato la sua buona prova nei primi 20 minuti. Le scelte in attacco sono state troppo individualiste dopo che il pallone, nei primi due quarti, si era mosso con discreta puntualità e si è finito così per concedere ai sammargheritesi una possibilità concreta dopo che il vantaggio chiavarese aveva toccato la doppia cifra nel finire del secondo quarto. Pezzi traeva punti un pò da tutto il suo quintetto ovviando alla giornata dispari di Peric con qualche giocata di Ferrando, Wintour e Zolesi, mentre Baiardo e Dmitrovic tra alti e bassi cercavano di raddrizzare la rotta, senza riuscirci.

Il match  Partenza lanciata di Aldrighetti che firma il 5-0 ospite, rammendato ben presto dall’Aurora con Costacurta e Baiardo (9-5 al 5′). La bilancia pende un pò da una e un pò dall’altra parte fino alla vigorosa spallata dell’ispirato Mladen Dmitrovic che nell’arco di tre minuti disegna un break chiavarese con 11 punti personali consecutivi (38-28 al 6′) svariando sul fronte offensivo. Sembra l’avvio di una marcia trionfale, ma l’intervallo spegne gli ardori del buon Mladen e di una Aurora che rimette piede sul parquet con minore intensità e troppi pensieri. Il Tigullio invece riattacca la spina e opera il contro-sorpasso sul 42-46 (6′) allungando poi sul 51-59 ad inizio del periodo conclusivo. Ancora Baiardo con una tripla illude l’Aurora (62-64 a -3′ dalla sirena) che difende pure bene nell’azione successiva, pugnalata da un tiro pesantissimo che sa di preghiera di Ferrando che vale il 62-67. Uno sfondamento di Dmitrovic a -1’11” sul punteggio di 64-69 definisce il match a favore degli ospiti, bravi a distribuire le segnature in una giornata opaca di Peric e a infilare il coltello nelle pieghe della difesa gialloblù particolarmente nella seconda parte.

Finalino  La chiosa di tutto ciò sarebbe anche improntata ad un minimo di ottimismo per quanto fatto vedere in buona parte dell’incontro dai ragazzi di Marenco, ma battiamo sullo stesso chiodo da un pò: sarebbe il momento di cominciare a monetizzare i progressi sotto forma di punti in classifica, posto che comunque nessuno vuole mettere pressione su di una squadra che sta comunque prendendo forma. Andiamo avanti, partita dopo partita, pallone dopo pallone. E i totali si faranno alla fine.

 

AURORA BASKET CHIAVARI – TIGULLIO SPORT TEAM   67 – 73  (19-20; 40-32; 47-52)

AURORA  Elia 1, Baiardo 23, Begiqi 7, Dmitrovic 19, Costacurta 9;  Stefani, Varrone, Muzzi 2, Frulli 6, Cervini n.e. – All. Marenco.

TIGULLIO  Wintour 13, Zolesi 9, Caversazio 12, Peric 3, Aldrighetti 10;  Gualandi 8, Tiraboschi 4, Vexina 2, Ferrando 12, Lagomarsino. – All. Pezzi.

Un commento su “C SILVER: AURORA, ALLERTA GIALLA!

  1. tagliafuori sempre ha detto:

    forza ragazzi non mollate state uniti e seguite il Coach!

Comments are closed.