C SILVER: GARIBOTTO GUIDA IL PULLMAN-AURORA

Una magata di Luchino Toschi – zingarata in area a -1’40” – chiude di fatto il confronto tra Sestri Levante e Aurora, match aspro tra due compagini che chiedevano una vittoria per lasciarsi alle spalle un inizio difficoltoso nella neonata C Silver. Non lasciatevi ingannare dal divario conclusivo, frutto più che altro di una sequela di tiri liberi e di una espulsione – quella del biancoverde Francesco Conti – decretata dalla coppia arbitrale. E’ stata una partita che ha riassunto perfettamente in 40′ tutto quel che chiavaresi e sestresi si portano (e si porteranno) in dote durante il campionato: tra le cose buone citeremmo i discreti momenti offensivi, la circolazione di palla con ragguardevole velocità di crociera e alcune fasi dove l’intensità si tastava con mano. Di contro, erroracci marchiani prima di interpretazione che altro, cali mentali inspegabili e improvvisi  nonchè un serpeggiante nervosismo verso un metro arbitrale apparso a volte indecifrabile.

Clima  L’Aurora riparte dopo il tris di sconfitte accumulato in striscia sfruttando il campo “amico” di Sestri Levante (tre successi nelle ultime stagioni) dove evidentemente riassapora un clima ideale: pubblico entusiasta e corretto, avversari motivati ma ben conosciuti, voglia di ben figurare. Presentato come il “derby dei fratelli” (Ruggiero ed Edoardo Ferri, sulle sponde biancoverde e gialloblù), questo Sestri-Aurora ha giocato un brutto scherzo ai due antagonisti, presto fuori dal discorso per problemi di falli. In particolare, il “chiavarese” Edoardo ha probabilmente sentito troppo il confronto emotivo nella sua città d’origine in 21′ interlocutori, comunque rendendosi utile a rimbalzo. Ci hanno pensato a turno Gianluca Garibotto – che in questi frangenti trova sempre grandi motivazioni -, i due Nicola (Vercellotti e Tealdi), Luca Toschi e Stefanello Terribile a confezionare la seconda vittoria stagionale per una Aurora che cresce a piccoli passettini.

Testa-a-testa  L’equilibrio diffuso viene spalmato lungo quasi tutti i 40 minuti e il leit-motiv vede gli uomini di Marenco provare la fuga decisiva con i padroni di casa sempre a ruota. Cosicchè il 17-9 esterno (1′ del secondo tempino) viene subito  rintuzzato grazie al dinamismo di Massucco e Acerni che svoltano sul 18-17 per il Sestri, surfando sull’onda di un parziale negativo per l’Aurora che entra nel tunnel della siccità (zero punti in sei minuti). Sei punti del capitano gialloblù rigirano la frittata per andare all’intervallo sul +8. Nuovo riavvicinamento all’inizio del terzo quarto (36-39 al 5′), quando anche l’esperto Giudici inizia a farsi sentire mentre la mano di Francesco Conti riscalda la platea. L’Aurora tiene ma è il momento del massimo sforzo dei biancoverdi, che prima impattano a 50 (3′ del quarto tempino) poi sorpassano (52-50) mentre la palestra diventa una “bomboniera”. Vercellotti e Terribile fanno riemergere i chiavaresi (57-54 esterno a -3′), Toschi impasta e inforna il risultato con la zingarata di cui sopra e un repentino grassaggio in fase difensiva. Gli ultimi suggelli arrivano dalla linea della carità e dilatano uno scarto complessivamente ingrato verso i padroni di casa, falcidiati da falli tecnici e dall’espulsione a giochi ormai conclusi.

Contento  Soddisfatto coach Giuliano Marenco: “Ci serviva una vittoria per ritrovare morale e punti in classifica. Probabilmente abbiamo giocato meglio in alcune fasi contro Sarzana, ma mi è piaciuta l’interpretazione della gara da parte dei miei considerando le difficoltà attuali, la mancanza di Podestà e l’infortunio di Bottino (scavigliato dopo nemmeno 8′ n.d.a.). I più giovani hanno dato ottimo contributo come al solito e la vecchia guardia ha tracciato la via”. Dietro l’angolo, l’impegno interno contro i genovesi del Cus (domenica al PalaCarrino alle 18) nel quale i gialloblù dovranno far fruttare le buone impressioni di questi ultimi turni per tornare al successo casalingo (l’ultimo risale alla scorsa trionfale stagione).

 

CENTRO BASKET SESTRI LEV. – AURORA BASKET CHIAVARI   56 – 71  (9-15; 23-31; 43-46)

SESTRI LEVANTE  Conti Fa. 2, Conti Fr. 18, Reffi 4, Ferri R. 2, Calzolari 8;  Campanacci, Massucco 4, Acerni 11, Mariani 2, Giudici 5. – All. Canepa.

AURORA  Vercellotti 12 (2/8, 2/4), Ferri 2 (0/1, 0/5), Garibotto 20 (5/7, 1/4), Terribile 10 (4/6), Bottino 4 (2/3);  Toschi 9 (2/2, 0/5), Muzzi 2 (1/1), Bartolozzi, Tealdi 8 (3/10), Costacurta 4 (2/3). – All. Marenco.

NOTE:  T. l. Sestri L. 5/10, Aurora 20/31 (Garibotto 7/9, Toschi 4/7, Vercellotti 2/2, Tealdi 2/2, Ferri 2/4, Terribile 2/4, Bartolozzi 0/2) – Rimbalzi: Aurora 33 di cui 7 off. (Garibotto 8, Ferri 6, Vercellotti 6, Terribile 6) – Palle perse Aurora 12 (Vercellotti 3, Ferri E. 3), recuperate 9 (Garibotto 3). Assists Aurora 7 (Vercellotti 3).