C2: L’AURORA VOLA SUL 2-0

Solida ed efficace, l’Aurora si assicura due match-ball, il primo dei quali si giocherà già domani – sabato 9 maggio alle ore 18.00 – ad Ospedaletti. Ovviamente tutto l’entourage gialloblù si augura sia quello “buono” per ottenere il pass per la prima finale della serie C Regionale nella storia del sodalizio chiavarese, diversamente ci sarebbe a disposizione un ulteriore confronto in terra ponentina nell’infrasettimanale successivo.

CUSCINO – Anche garadue è stata condotta con piglio deciso dagli uomini di coach Giuliano Marenco, pur senza mai sferrare il parzialone decisivo, ma assicurandosi nel secondo tempino quel cuscinetto di dieci/dodici punti coi quali ha potuto convivere praticamente per tutta la gara. In effetti, dopo la quarta tripla (su cinque tentate) ad opera di Gianluca Garibotto verso l’8′ del secondo quarto – che distanziava sul 39-28 l’Ospedaletti -, l’Aurora poteva esibire una buona sicurezza nel gestire il break, rispondendo ai tentativi degli ospiti di riavvicinarsi. Ospiti che questa volta sono apparsi decisamente più combattivi  ed efficaci , soprattutto nella guardia Rossi e nell’atipico Scannella. Adesso la serie si sposta in quel di Ospedaletti, dove coach Lupi ed i suoi cercheranno sicuramente qualche antidoto per allungare il confronto.

GRADINO – Le colonne d’Ercole rappresentate dal match-ball per la finale sono visibili ad occhio nudo per l’Aurora, che dopo garadue si trova ad un passo dall’obiettivo di questa stagione, vale a dire il salire l’ultimo gradino dopo tre semifinali consecutive sotto l’egida Marenchiana. Già nel primo parziale, i chiavaresi provano il decollo, che non avviene a causa di uno dei rari momenti in cui la difesa latita un pochino: il 23-15 raggiunto mercè due triple di un Vercellotti, col quale gli arancioneri non riescono a venire a patti, viene inghiottito come una orzata fresca dagli ospiti, che si riportano sotto in nemmeno due giri d’orologio (25-24 interno al 10′). Un breve excursus di minimalismo coatto viene interrotto dalle scavallate di capitan Garibotto, che gioca 180 secondi dei suoi, aprendo il divario sul 39-28 con ben 15 punti tutti suoi.

BREAK – Andati al riposo lungo sul +10, i nostri mantengono la rotta con qualche piccolo assestamento e all’inizio dell’ultimo tempino sferrano il break decisivo coronato dalla tripla di Gabriele Podestà (66-49). L’Ospedaletti non demorde, ma l’ottimo Tealdi col suo poetico jump dalla media distanza mette in ghiaccio il risultato sul 75-63 a -3′ dalla sirena. Breve il commento di un soddisfatto Giuliano Marenco: “Bene risultato ed atteggiamento, i ragazzi hanno dato un prova di maturità controllando ed eseguendo i giochi. Temevo questa garadue e infatti ho utilizzato per parecchi minuti i seniores anche perchè siamo riusciti a governare bene i problemi di falli. Adesso vorrei trasferire questa solidità anche a garatre, dove – sono sicuro – Ospedaletti non si arrenderà e vorrà tentare di riaprire la serie”.

MVP – Le cose migliori sono venute stavolta dal duo Vercellotti-Garibotto, che oltre al combinato disposto di 43 punti, 8 rimbalzi e 6 recuperi delle loro performances, hanno tenuto in pugno il match dall’alto della loro classe e combattività. Buone cose anxche da nicola Tealdi, sempre presente in questo genere di partite con le sue “intangibles” sotto la regìa di Gabriele Podestà.

 

 

AURORA BASKET CHIAVARI – B.C. OSPEDALETTI   77 – 66  (25-24, 43-33; 61-49)

AURORA  Podestà 10 (3/6, 1/2), Vercellotti 18 (6/9, 2/7), Garibotto 25 (4/12, 5/10), Terribile 6 (2/4), Bottino 6 (3/10);  Vajra (0/1 da tre), Buccini (0/1), Gaadoudi (0/1), Tealdi 12 (6/10), Sambuceti n.e. – All. Marenco.

OSPEDALETTI  Rossi 20 (5/11, 1/3), Bongioanni 10 (4/8, 0/5), Blasetta 1 (0/1), Michelis 14 (5/10,1/2), Scannella 12 (3/6,2/3);  Zunino 2(1/4,0/1), Massa, Sibilla n.e., Bonino 7 (2/4,1/1), Maneglia n.e. – All. Lupi.