C2: BELLA AURORA, POI LO STOP

Gara sospesa, mezza impresa. Ventitrè minuti di gioco effettivo con un’Aurora che appare decisamente più a suo agio nella “patinoire” del PalaCarrino rispetto ad una Ovada che si manifesta  in tono minore, più propensa a salvaguardare le condizioni dei suoi uomini-chiave piuttosto che a far valere il maggior tasso tecnico. Purtroppo l’alto tasso di umidità gioca un brutto scherzo ai protagonisti e gli arbitri, dopo averle provate tutte – più volte gli addetti hanno provveduto ad asciugare il parquet – decidono che può bastare, mandando anzitempo negli spogliatoi i giocatori.

La partita vera dura solo un quarto, il primo, dove l’Aurora prende un minimo d’inerzia negli ultimi 120″, svolgendo il suo bravo compitino difensivo sui due deus-ex-machina piemontesi, Mossi e Gaido, zero punti ciascheduno. Sciutti (3 assistenze e ben 7 rimbalzi) e Garibotto (solita animalesca abilità a procacciarsi punti in ogni zona del campo) sono mente e braccio del parziale gialloblù, che si allunga fino al 32-20 dell’8′, tra una sosta e l’altra per cercare rimedio ad una situazione che compromette l’equilibrio.

Bottino e Terribile montano la guardia sotto le plance, mentre dall’altra parte Gaido e Gay giustificano la loro presenza con un paio di triple e Mossi bordeggia la gara, attendendo con regale distacco  il segnale arbitrale che metta fine al suo supplizio. Segnale che arriva poco dopo l’intervallo lungo e che lascia in sospeso sul 34-25 pro Aurora una gara che avrà la sua conclusione in un probabilissimo turno infasettimanale, dove si dovranno giocare i restanti 17’56”. Curiosa situazione, ancorchè inedita, che andrà gestita dalle due squadre quando la Federazione delibererà la data del recupero. Da vecchio voyeur di cose cestistiche, lo scrivano fa presente di aver visto – e praticato – basket in condizioni ben peggiori di quelle di domenica sera, anche nelle serie maggiori, ma comunque – per usare una terminologia dannunziana – “cosa fatta capo ha”. Ci riaggiorniamo.

 

 

AURORA BASKET CHIAVARI – RED BASKET OVADA   34 – 25 (19-15; 34-23)

(Gara sospesa a 7’56” dalla fine del 3° quarto per impraticabilità del campo)

AURORA  Sciutti 4, Stefani, Garibotto 15, Terribile 5, Bottino 4;  Buccini n.e., Provatidis, Briccolo, Tealdi 6, Leonardini n.e.  –  All. Marenco.

OVADA  Gay 5, Gaido 5, Mossi, Cornaglia L. 5, Cornaglia G. 5; Cardano n.e., Camisasca 2, Maldino 3, Foglino, Frisone.  –  All. Brignoli.